"Dove incomincia
la finzione,
lì termina
la mia arte"
 
Apologia_dei_fiumi_marchigiani_1941-42

Apologia dei fiumi marchigiani 1941/42

Acquaforte. Lastra mm. 330x380. Firma incisa in lastra L. Bartolini. Titolo a matita in basso a sinistra Apologia dei fiumi marchigiani. Firma in basso a destra Luigi Bartolini.
La struttura di questo ponticello sul fiume Chienti a Osimo ha affascinato Bartolini già dal 1925, quando incise una prima versione dell’acquaforte senza figure titolandola Il Ponticello. Di questa prima lastra, di dimensioni 197x252, Bartolini eseguì due stati (Cfr. Ficacci, Calcografia 1997 n. 69). L’incisione faceva parte della serie esposta alla XVII Biennale di Venezia con il titolo Opere Idroelettriche della Società Adriatica. Nel 1941 questo ponte compare in una seconda lastra di dimensioni mm. 300x355 con il Poeta seduto al centro e tre figure, due con un ombrellino sul ponticello superiore e una, piccola, sullo sfondo seduta e rivolta al fiume. Anche di questa Bartolini eseguì due versioni, la prima, nel 1941, più leggera, la seconda, con rimorsura nel 1948 (lastra leggermente rifilata sul lato destro), con una accentuazione del tratteggio e aggiunta di vegetazione. E’ poi del 1942 l’incisione di una terza lastra (la presente) di dimensioni mm. 330x380 che Petrucci e Ronci nei loro cataloghi della Calcografia indicano col titolo Apologia dei fiumi marchigiani con cinque figure.
Altri titoli: Apologia dei fiumi; Un poeta; Poeta lungo il fiume; Ponte sul Chienti; Apologia dei fiumi marchigiani con cinque figure; Acquaforte detta del ponticello; Lastra grande del Ponticello; Poeta sul Ponticello; Il Poeta lungo il Chienti; Il poeta del Ponte.


BIBLIOGRAFIA

1949 La Fiera Letteraria
1951 Petrucci, Calcografia n. 849 (1942, Apologia dei fiumi marchigiani, es. 30); n. 850 (1942, Apologia dei fiumi marchigiani con cinque figure, es. 30)
1952 Esemplari unici o rari, Casini pag. 179 (1941, es. 20)
1957 Il Contemporaneo
1962 Ronci, Calcografia n. 849 (1942, Apologia dei fiumi marchigiani, es. 30); n. 850 (1942, Apologia dei fiumi marchigiani con cinque figure, es. 30)
1963 Prandi Cat. 120 n. 27 (acquerellato)
1967 Galleria Viotti, Torino
1971 Prandi Cat. 148 n. 20
1975 Galleria Don Chisciotte, Roma
1983 L’attico/EsseArte n. 104
1989 Appella, Macerata n. 204
1990 Porzio-Lubrina
1997 Ficacci Calcografia n. 99
1998 Micieli, Mino Rosi n. 94


ESPOSIZIONI

1941 Ancona, Mostra Istituto di Cultura Fascista
1941 Roma, Galleria di Roma
1941 Roma, Confederazione Fascista Professionisti e Artisti
1942 Milano, Mostra Galleria della Spiga e Corrente
1942 Venezia, XXII Biennale
1943 Barcellona, Mostra Istituto di Cultura Italiana
1947 Zurigo, Mostra dell’Incisione Italiana
1950 Alessandria, Mostra Pinacoteca
1951 Roma, Mostra Calcografia
1954 Roma, Galleria Chiurazzi
1954 Bergamo, Galleria Della Torre
1954 Bari, Galleria Torre
1956 Lucca, Galleria La Pantera
1956 Venezia, Opera Bevilacqua – La Masa
1957 Roma, Libreria Macchia
1957 Ferrara, Galleria Cosmè
1959 Vicenza, Circolo Mondo Nuovo
1962 Roma, Mostra Calcografia
1967 Rimini, Mostra
1989 Mostra Macerata
1997 Roma, Mostra Calcografia


 

 
 
  Site Map