Genziane ancora chiuse-La poesia dell'incisione

Genziane ancora chiuse

Genziane_ancora_chiuse_1934

Genziane ancora chiuse - 1934

Acquaforte. Lastra mm. 114x193. Firma e data incise in lastra. Firma a matita in basso a destra Bartolini. C.A. Petrucci nel catalogo della Calcografia del 1951 indica diverse versioni dello stesso soggetto che però  non corrispondono e di alcune mancano le misure. Nel catalogo della Collezione Timpanaro (Olschki 1998) Bartolini indica l’incisione come “rarissima”.
Altri titoli: Cestello di genziane; Genziane.

Le genziane, insieme alle fonti marchigiane, sono uno dei soggetti più amati da Bartolini. Dagli anni del confino politico meranese fino alla fine degli Anni Cinquanta, l’artista ne ha inciso almeno una ventina di versioni, dieci delle quali solo nel 1934.


BIBLIOGRAFIA


1959 C. Severini, Catalogo Timpanaro n. 532
1998 A. Tosi, Le incisioni della Collezione Timpanaro, Olschki 1998 n. 53
1998 N. Micieli, Mino Rosi e Luigi Bartolini, Volterra 1998 n. 51 (Cestello di genziane)


ESPOSIZIONI


1935 Roma, II Quadriennale d’Arte
1941 Roma, Galleria di Roma
1942 Venezia, XXII Biennale d’Arte
1942 Milano, Galleria della Spiga e Corrente
1947 Stoccolma, Mostra dell’Incisione Italiana
1948 Rio de Janeiro, Mostra dell’Incisione Italiana