Luigi Bartolini, acquaforte, Le genziane-La poesia dell'incisione

Le genziane

Le_genziane_1937

Le genziane - 1937

Acquaforte. Lastra mm. 174x210. Titolo a matita in basso a sinistra Le genziane. Tiratura a matita in basso al centro 30/50. Firma a matita in basso a destra L. Bartolini. La parte incisa è stata “ridotta” a forma ovale, irregolare (i diametri misurano mm. 153 il verticale e mm. 196 l’orizzontale) con evidente cancellatura dei tratti esterni ancora ben visibili. Altri titoli: Boccioli di genziane;  Genziane in boccio.
Le genziane, insieme alle fonti marchigiane, sono uno dei soggetti più amati da Bartolini. Dagli anni del confino politico meranese fino alla fine degli Anni Cinquanta, l’artista ne ha inciso almeno una ventina di versioni, dieci delle quali solo nel 1934. Il catalogo della Galleria Marca d’Acqua di Milano (2003) la data 1934 col titolo Genziane in boccio e anche il catalogo della Galleria Marino di Roma curato da Claudia Barsanti (1972) la elenca con la stessa data ma con titolo diverso al n. 511.


BIBLIOGRAFIA

 

1972 C. Barsanti, Catalogo aggiornato dell’Opera Grafica di Luigi Bartolini, Galleria Marino Roma, n. 511
1980 E. Bartocci, Luigi Bartolini L’emozione oltre la regola pag. 62
2003 Catalogo Galleria Marca d’Acqua Milano, n. 10


ESPOSIZIONI

 

1941 Roma, Galleria di Roma
1948 Rio De Janeiro, Mostra dell’Incisione Italiana
1972 Roma, Galleria Marino
2003 Milano, Galleria Marca d’Acqua