Ponte di Lana Postal-La poesia dell'incisione

Ponte di Lana Postal

Ponte_di_Lana_Postal_1934

Ponte_di_Lana__Manzu'

Ponte di Lana Postal - 1934


Acquaforte, secondo stato. Lastra  mm. 122x337. Titolo in basso a sinistra a matita Ponte a Lana d’Adige. Tiratura a matita in basso al centro 4/5. Firma a matita in basso a destra L. Bartolini. Sul foglio in basso a destra, la scritta a matita: “avuta da Anita Montesi e L Bartolini la sera del 23-V-63 Manzù”. L’acquaforte fu infatti donata, insieme a un’altra (L’incontro) allo scultore Giacomo Manzù che, una settimana dopo la morte di Bartolini, insieme alla moglie Inge, aveva fatto visita alla vedova Anita Montesi e alla figlia Luciana Bartolini nella casa romana di Via Oslavia. Una grande e antica amicizia legava i due artisti; nel 1944 Bartolini aveva dato alle stampe per le Edizioni Rovereto una biografia di Manzù.
Luciana Bartolini:
“…Quante emozioni, quanta parte di vita c’è in quei fogli. I Ponti di Lana d’Adige: un soggetto che ha dato luogo a opere mirabili tra cui il dipinto “La riva del Martin Pescatore” presente alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna. Poi l’amicizia con Manzù. La sua presenza sollecita e affettuosa quando mio padre è scomparso. La nostra riconoscenza a pochi giorni dalla sua scomparsa…”.
Rispetto al primo stato (esemplare unico della Collezione Timpanaro), la lastra è stata leggermente rifilata ai lati e nella parte superiore.
Altri titoli:  Ponti a Lana d’Adige, Ponticello ai piedi delle Alpi, Ponte di Lana, Ponte sull’Adige.


BIBLIOGRAFIA

 

1951 C.A. Petrucci, Catalogo Calcografia:
n. 559 (Ponte a Lana d’Adige 1935, mm. 129x332 e.u.);
n. 707 (Ponte di Lana 1938, es. 10);

 

1959 Catalogo Severini n. 567
 

1962 G. Ronci, Catalogo Calcografia:
n. 559 (Ponte a Lana d’Adige 1935, mm. 129x332 e.u.);
n. 707 (Ponte di Lana 1938, es. 10);

 

1972 C. Barsanti, Catalogo Galleria Marino n. 816
 

1984 Catalogo L’Attico – EsseArte n. 91
 

1989 G. Appella, L’uomo l’artista lo scrittore, Macerata, pag. 177
 

1998 Le incisioni della Collezione Timpanaro n. 88 (primo stato, mm. 130x340, datato 1934/37)


ESPOSIZIONI

 

1941 Roma, Galleria di Roma

1942 Venezia, XXII Biennale Nazionale d’Arte

1989 Macerata, Palazzo Ricci